Milan, Maldini si presenta: "Credo in questo nuovo progetto. Svolgerò gli stessi compiti di Leonardo..."

L'ex difensore del Milan tornerà a lavorare per il club rossonero e quest'oggi ha tenuto la conferenza stampa di presentazione

In casa Milan si sta vivendo una vera e propria rivoluzione. Dopo la fine dell'era cinese, con il passaggio di consegne da Yonghong Li al fondo Elliot, sono arrivati gli addii di Fassone e Mirabelli, sostituiti da Leonardo e Maldini.

Il dirigente brasiliano ha già chiuso un'operazione di mercato molto importante, portando a Milano Caldara e Higuain, con Bonucci che si è trasferito alla Juventus. Il difensore è arrivato a indossare la maglia rossonera nell'ambito di uno scambio alla parti con l'ex Capitano del Milan, mentre il Pipita è stato acquistato in prestito oneroso (18 milioni), con diritto di riscatto fissato a 36.

Maldini si presenta alla stampa: "Credo nel progetto del Milan"

Dunque, Paolo Maldini è tornato al Milan e quest'oggi ha tenuto la conferenza stampa di presentazione. Ecco le sue parole:

I MOTIVI DEL SI' AL MILAN - "Leonardo mi ha chiamato e mi ha esposto il progetto. Lo stesso hanno fatto anche i proprietari. E credo in questo progetto. I proprietari possono decidere, valeva anche in passato e io non dovevo essere per forza incluso, ora lo sono e sono contento. Non ho mai detto di no al Milan senza prima parlarne. Con il Milan di Barbara Berlusconi abbiamo intavolato un discorso che poi non è andato a buon fine, un anno e mezzo fa con la nuova proprietà cinese ho parlato, ma non era stato definito neanche il ruolo e ho deciso di non collaborare con loro. Ora la situazione è diversa. Ho incontrato la proprietà a New York e le cose sono state fatte in maniera rapida. Questa società sarà solida. Dovremo dare conto al Fair play finanziario e non ci saranno spese pazze, ma per il mercato ci sarà tempo, sono appena arrivato. Mi è stato garantito che la società è seria e vuole tenere questo club a medio lungo termine. Tutto ciò mi ha spinto a dire sì. La mia storia mi obbliga a non prendere impegni a breve termine".

IL RUOLO - "Prima squadra, settore giovanile, mercato, rapporti con l'allenatore- Farò tutto quello che fa Leonardo: saremo in simbiosi su tutto, condivideremo l'area sportiva. Abbiamo uguali ambiti di intervento. Siamo diversi, siamo amici e ci completeremo".

LA ROSA -  "Cutrone l'ho visto giocare seguendo i miei figli e sinceramente devo dire che quello che ha fatto l'anno scorso mi ha impressionato, ha una voglia fuori dal comune. Caldara? Con Romagnoli e Rugani è il più promettente. Credo che oltre a Higuain, aver preso un ragazzo giovane e di grandi speranze per il futuro è stato un colpo. In prospettiva Caldara è da Nazionale".

BOOKMAKERS SUGGERITI - Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia William Hill

REGISTRATI ADESSO E PRENDI FINO A 100 EURO DI BONUS

Milan in Europa League, il TAS accoglie il ricorso

Il Milan potrà disputare la prossima edizione di Europa League. Il TAS ha accolto il ricorso del club di Via Aldo Rossi.



News correlate

Torna su