Leonardo: "Milinkovic-Savic non è fattibile. A settembre arriva Kakà e su Kalinic vi dico che..."

Il nuovo dirigente rossonero ha parlato nel corso della conferenza stampa di presentazione di Paolo Maldini ed ha fatto un punto sul mercato

Dopo la fine dell'era cinese, con il passaggio di consegne da Yonghong Li al fondo Elliot, in casa Milan sono arrivati gli addii di Fassone e Mirabelli, sostituiti da Leonardo e Maldini.

Il dirigente brasiliano ha iniziato con il piede sull'acceleratore la sua nuova esperienza in rossonero e nel giro di pochi giorni ha chiuso un'operazione di mercato molto importante, portando a Milano Caldara e Higuain, con Bonucci che è tornato alla Juventus. Il difensore è arrivato a indossare la maglia rossonera nell'ambito di uno scambio alla parti con l'ex Capitano del Milan, mentre il Pipita è stato acquistato dal club di Via Aldo Rossi in prestito oneroso (18 milioni), con diritto di riscatto fissato a 36.

Maldini si presenta alla stampa: "Credo nel progetto del Milan"

Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Paolo Maldini, è intervenuto anche Leonardo. Ecco le sue parole:

MALDINI E IL MILAN - "Il sì di Paolo esisteva già, questa è casa sua, sono contento di poter lavorare a stretto contatto con lui. Di Paolo mi piace la costanza, l'impegno: questo deve essere l'atteggiamento dei giocatori del Milan. Non serve solo acquistare giocatori, servono delle linee molto chiare. Vogliamo gente seria, che si impegna, che ha voglia di stare qui".

LEONARDO E MALDINI - "Io e Maldini ci conosciamo da 21 anni e la sua presenza mi rafforza mi rafforza umanamente: siamo amici e questa è la base per condividere un ruolo. Le condizioni specifiche di oggi l'hanno convinto, lui rappresenta la storia vincente di questo club, nessun'altra squadra ha un simbolo così unico per appartenenza e vittorie. Avevo provato a portarlo anche a Parigi, ma questa è casa sua. Con Gattuso formeremo un triangolo che ha grande complicità e spero che possa portare anche i risultati. Dobbiamo tornare a vincere le coppe".

KAKA' - "Ricky ha manifestato la voglia di esserci, sarà sempre legato alla società e sicuramente sarà in zona. Non sappiamo come, ma ha voglia di imparare a fare il dirigente e credo che a partire da settembre sarà qui. Verrà qui solo per prendere contatto, senza ruolo preciso. E gratis...”.

MILINKOVIC-SAVIC E KALINIC "Le regole del FFP non ce lo consentono, abbiamo parametri dai quali non possiamo uscire. Sarà tutta la macchina di incassi e fatturati a dover crescere per il futuro. Milinkovic-Savic non è un sogno per noi, anche se sarebbe il primo calciatore che prenderei per personalità e margine di crescita. Posso dire, invece, che in uscita siamo vicini alla cessione di Kalinic all'Atletico Madrid. Rabiot? Nessun contatto, è del Psg".

BOOKMAKERS SUGGERITI - Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia William Hill

REGISTRATI ADESSO E PRENDI FINO A 100 EURO DI BONUS

Milan in Europa League, il TAS accoglie il ricorso

Il Milan potrà disputare la prossima edizione di Europa League. Il TAS ha accolto il ricorso del club di Via Aldo Rossi.



News correlate

Torna su