Sentenza Chievo il 12 settembre, Vrenna e il Crotone sbottano: "Vergogna senza fine"

Il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, appresa la notizia dello slittamento della sentenza per il processo che vede coinvolto il Chievo, ha espresso tutta la propria 'rabbia'

Il Crotone non ci sta e alza la voce. Il caso Chievo e le plusvalenze fittizie fanno ancora "rumore" nel calcio italiano, dopo il difetto di improcedibilità per il primo deferimento e un nuovo procedimento iniziato dalla Procura Federale. I calabresi, a questo proposito, avevano richiesto un rinvio delle prime partite dei clivensi in Serie A, per arrivare prima ad una sentenza effettiva sul caso. Nelle scorse ore tuttavia, il Tribunale Federale Nazionale ha fissato al 12 settembre la nuova udienza per il processo nei confronti del Chievo.

Questo ovviamente comporta delle inevitabile conseguenze. Infatti, a quella data, in Serie A si saranno già giocate tre giornate di campionato. E' dunque altamente probabile che un'eventuale sanzione, anche in termini di punti, potrà avere effetti solo per il futuro e non per la stagione appena conclusa. Qui entra in gioco il Crotone, che a questo punto dovrà quasi sicuramente giocare in Serie B, divenendo improbabile un ripescaggio nella massima serie.

SCOMMETTI SULLA SERIE A 2018-2019! ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

LA RABBIA DI VRENNA

E qui s'innesca tutta la rabbia e la delusione del presidente del Crotone, Gianni Vrenna. Come riporta La Gazzetta dello Sport, il numero uno dei calabresi è davvero indignato per quanto sta accadendo: “Registriamo ancora una volta l’ennesima pagina negativa per il calcio italiano. È una vergogna senza fine. Faranno giocare la Serie A ad una squadra che non è nelle condizioni di poterlo disputare. Si è perso troppo tempo a cominciare dal cavillo dell'improcedibilità che si poteva risolvere in poche ore. Invece ci sono voluti 8 giorni".

Dunque non resta che attendere i prossimi accadimenti, col Chievo che conserverà la Serie A, nonostante una probabilissima penalizzazione. Infatti, ricordiamo, che per lo stesso procedimento il Cesena è stato penalizzato di ben 15 punti. Tuttavia, l'eventuale sanzione, sarà scontata nella stagione 2018-2019, non potendo avere più effetto retroattivo.

  • ULTIMI VIDEO CALCIO ITALIANO



News correlate

Torna su