Fiorentina, si presenta Kevin Mirallas: "Momento giusto per arrivare, sul mio ruolo..."

In casa Fiorentina giorno di presentazioni per uno degli ultimi acquisti di casa viola, le parole del belga Kevin Mirallas arrivato dall'Everton

Giornata di presentazione ufficiale in casa Fiorentina. I viola hanno messo a segno due colpi negli ultimi giorni, assicurandosi prima Kevin Mirallas dall'Everton in prestito con diritto di riscatto e poi Marko Pjaca dalla Juventus, sempre prestito con diritto di riscattoe controriscatto a favore dei bianconeri. L'esterno offensivo belga si è dunque presentato alla stampa, parlando della sua scelta di venire a Firenze e svelando alcuni particolari interessanti.

"Come sempre quando si arriva in una nuova squadra, lo si è sempre felici. Ho giocato sei anni in Inghilterra, campionato competitivo e difficile come la Serie A. L'arrivo di Ronaldo e altri giocatori rimette il torneo in primo piano ed è il momento giusto per arrivare. Quando ho saputo che sarei venuto, ho cominciato a vedere partite. Conosco già tanti giocatori, i francesi. C'è qualità ed è una squadra che spinge tanto in avanti. Anche il fatto di aver già ricevuto molti palloni al primo allenamento è buono".

Sulla possibilità di venire in passato in Italia: "Sì, due anni fa avevo parlato già con la Fiorentina. Purtroppo l'Everton chiedeva molti soldi ma ora penso di avere la maturità e l'esperienza per fare al meglio. Non vedo l'ora di dimostrare che ho ancora tanti anni davanti".

SCOMMETTI SULLA SERIE A 2018-2019! ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

MIRALLAS PARLA DEL SUO RUOLO E NON SOLO

"Non ho un ruolo preferito, posso giocare in ogni ruolo d'attacco. Se riusciremo a vincere qualcosa quest'anno sarò ancora più felice. Perché ho lasciato l'Inghilterra? Cinque dei sei anni nell'Everton sono andati molto bene. L'ultimo è stato complicato ma mi hanno dato tanto, anche in esperienza. Qui so che posso riuscire a dare di più. Farò il massimo per farmi conoscere in campo".

Sul cosa l'ha colpito a primo impatto della Fiorentina: "Una delle cose che mi sono piaciute di più è la presenza di tanti giovani che vogliono imparare. Se posso aiutarli darò il massimo ma sono qui per giocare. Sul campo non devono dimenticarsi che ci sono anche io, e voglio giocare. Gli allenamenti saranno una guerra."

ULTIMI VIDEO CALCIO ITALIANO



News correlate

Torna su