Cassano: "Con CR7 scudetto alla Juve sino al 2022, ma è il secondo giocatore al mondo..."

Antonio Cassano non ha certamente mollato l'idea di tornare a giocare in Serie A, nel frattempo le sue dichiarazioni fanno discutere

Mai banale e per questo sempre al centro delle discussioni. Antonio Cassano non fa eccezione nemmeno questa volta, parlando del suo futuro e anche più in generale del calcio italiano. Il fantasista barese classe 1982 non ha ancora abbandonato l'idea di poter dire la sua nel massimo campionato italiano. Il suo agente, Alessandro Moggi, sta lavorando per trovargli una nuova sistemazione, anche se non è facile come ammesso dallo stesso Cassano: "Il mio agente mi ha trovato tante squadre e lo ringrazio, però gli ho messo tantissimi paletti per non allontanarmi dalla famiglia. Parma? Magari...".

LO SCUDETTO ALLA JUVE SINO AL 2022 CON RONALDO

Parlando del campionato invece, Cassano è sicuro che la Juventus proseguirà nel proprio dominio. Ecco quanto dichiarato ai microfoni della Gazzetta dello Sport: "Se con Ronaldo la Juventus ha lo scudetto già in tasca? Discorso chiuso, almeno fino al 2022. CR7 segnerà almeno 40 gol, alle spalle dei bianconeri vedo solo l’Inter: la Juventus ha fatto un affare, prendendo il secondo miglior giocatore al mondo: il più forte rimane Messi. Però CR7 alla Juve è un grandissimo colpo e lui ripagherà i bianconeri di tutto, sia in termini sportivi sia economici. I gol li farà, i risultati arriveranno e poi vogliamo calcolare gli introiti da magliette e altro merchandising legato a Ronaldo? Non è stato un affare ma un grandissimo affare".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE

IL PODIO DELLA CLASSIFICA MARCATORI

"Il podio della classifica marcatori? Ronaldo, Higuain e Dzeko. Icardi quarto. Su Higuain la Juve ha fatto una scelta e va rispettata. Secondo me Gonzalo poteva giocare con Ronaldo perché lui è la copia di Benzema. Giusto sacrificare Caldara nell’operazione? Bonucci conosce l’ambiente, la Juve è casa sua, servirà per la Champions. Caldara deve dimostrare il suo valore a certi livelli. Piuttosto con Ronaldo non sarà facile trovare la collocazione giusta a Dybala. Dzeko invece non potrà giocare assieme a Schick. Patrik non è un attaccante esterno. Nel 4-3-3 di Di Francesco c’è posto per uno solo".

ULTIMI VIDEO CALCIO ITALIANO



News correlate

Torna su