Napoli, Ounas: "Sono rimasto per Ancelotti. Il ruolo? Preferisco partire da lì"

Carlo Ancelotti prepara la gara contro la Fiorentina al "San Paolo", intanto sono arrivate le parole di Ounas, che commenta il rapporto con il mister, passando poi sul ruolo e gli impegni di Serie A e Champions

A Castel Volturno iniziano a rientrare i giocatori impegnati con le rispettive Nazionali. Per questo Carlo Ancelotti non avrà molto tempo per preparare al meglio il match di Serie A contro la Fiorentina, in programma al "San Paolo", sabato 15 settembre alle ore 18:00. In attesa che il gruppo si ritrovi tutto insieme, arrivano le parole di Ounas, che commenta il cammino del club azzurro sin qui e dell'intesa che ha con il nuovo mister.

LA FIDUCIA DI ANCELOTTI

Adam Ounas, calciatore e attaccante del Napoli, è stato intervistato ai microfoni di Radio Kiss Kiss, dove ha parlato del suo avvio con la maglia partenopea: "Contro la Sampdoria il mister mi ha fatto entrare per provare a saltare l'uomo e per fare la differenza. Abbiamo perso, ma tutte le squadre nel Mondo perdono. Ancelotti? Lavoriamo bene, il mister prova a parlare con tutti i giocatori. Questa cosa mi dà fiducia: quando il tecnico parla a i suoi giocatori, questi stanno meglio nella testa". Il calciatore classe '96, conclude con la fiducia del tecnico: "Con Sarri non ho giocato molto, quest'anno invece ho già fatto la metà dei minuti fatti lo scorso anno. Se continuo a fare bene in allenamento sono pronto ad aiutare la squadra quando entro o quando gioco dall'inizio. Al ritorno dalle vacanze ho parlato con Ancelotti, mi ha detto di restare che avrei trovato più spazio".

SUGLI IMPEGNI E SUL RUOLO

Ounas continua la sua intervista parlando degli impegni del Napoli in campionato e Champions: "Ci aspettano tre partite complicate, a partire da quelle con Fiorentina e Stella Rossa. In Champions se perdi la prima in un girone così, è difficile rimediare. Quindi bisognerà partire col piede giusto. Ho già giocato contro il Paris Saint-Germain nella Ligue1, loro sono forti ma anche noi abbiamo una bella squadra, e dovremo farlo vedere in campo quando giocheremo contro di loro. Al San Paolo non è facile per nessuno". Ounas conclude infine parlando del modulo 4-3-3 in cui viene impiegato: "Anche in Francia ho sempre giocato in questo ruolo, preferisco partire da lì e rientrare sul sinistro. Malcuit l'ho affrontato tre volte in Ligue1, è un calciatore importante: è molto fisico, ora deve far vedere le sue qualità all'allenatore in allenamento. Anche io all'inizio ho faticato".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? ENTRA, REGISTRATI SU WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE




News correlate

Torna su