Dopo Inter e Roma, stecca anche il Milan: con il Cagliari è 1-1

Il posticipo della quarta giornata di campionato vede i rossoneri impattare alla Sardegna Arena per 1-1 contro il Cagliari

Il posticipo della domenica della quarta giornata di campionato, giocato alla Sardegna Arena, vede il Milan impattare contro il Cagliari 1-1. Partita molto equilibrata, con i sardi che partono molto forte e passano subito in vantaggio con la rete di Joao Pedro dopo 4', bravo a ribadire in rete una conclusione di Pavoletti deviata da Donnarumma sul palo. I rossoneri, però, alla lunga vengono fuori e nella ripresa trovano il pareggio di Gonzalo Higuain al 55'. Un punto che serve più ai padroni di casa, che hanno l'obiettivo di salvarsi e salgono a quota 5 punti, restando con un punto di vantaggio proprio sugli ospiti, che salgono a quota 4 e hanno una partita in meno, quella contro il Genoa che sarà recuperata il 31 ottobre.

MILAN BLOCCATO DAL CAGLIARI

Il Milan scende in campo con la consapevolezza che un successo gli permetterebbe di salire a quota sei punti, superando l'Inter e la Roma e tenendo il passo della Lazio, che alle 18 ha battuto l'Empoli. Il match, però, è più complicato del previsto con il Cagliari che parte forte, pressando alto e trovando la rete del vantaggio con Joao Pedro dopo soli 4', con un tap in vincente dopo il palo di Pavoletti. I sardi, però, al 15' colpiscono un altro palo con Niccolò Barella, che di destro al volo sfiora il raddoppio. Il Milan, però, alla distanza cresce e già nel primo tempo con Ricardo Rodriguez e Bonaventura sfiora il pari. Nella ripresa, poi, la squadra di Gattuso cambia passo e trova il pareggio con Gonzalo Higuain, autore della prima rete con la maglia del Milan in questo campionato. A nulla serve, però, il forcing finale della squadra rossonera, che porta a casa solo un punto, aggancia l'Inter e fallisce il sorpasso alla Roma, salendo a quota 4 punti. Settimana prossima i rossoblu affronteranno il Parma al Tardini nell'anticipo del sabato alle 15, mentre il Milan ospiterà l'Atalanta al Meazza, domenica alle ore 18.

IL COMMENTO DI GATTUSO

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, ha commentato il pareggio ottenuto questa sera contro il Cagliari, intervistato ai microfoni di Sky Sport:

Brutto inizio: "Cominciare la partita e fare 20 minuti come abbiamo fatto è imbarazzante. Se vai sotto 2-0 questa partita non la recuperi più. Dobbiamo risolvere queste problematica, abbiamo fatto una partita bruttissima per atteggiamento nei primi 20 minuti. Nel secondo tempo siamo usciti fuori ma non basta, il Cagliari meritava di andare 2-0 e avremmo parlato di un'altra partita".

La mentalità: "In questo momento dobbiamo essere bravi sia io che chi rappresenta la società di fargli capire che questa è una squadra giovane e forte. Alcuni non se ne rendono ancora conto che sono forti. Sapevamo che sarebbe stato difficile giocare qui, ma poi non possiamo essere arrabbiati a fine partita perché volevamo vincerla, dovevamo pensarci prima".

Più verticalizzazioni: "Sono d'accordo, Higuain sta venendo tantissimo incontro. Per mezz'ora non ho visto nessun inserimento di mezz'ali ed esterni, dobbiamo migliorare questo aspetto. Dobbiamo forzare con i centrali quando escono palla al piede, non solo con Biglia. Possiamo sbagliare e non preoccuparci, se ti riesce una palla filtrante puoi fare dei gol, se ne sbagliamo qualcuna non succede nulla".

Le giocate di Higuain: "E' un momento che ci fa respirare, ci fa andare in ampiezza con gli attaccanti esterni. Dobbiamo essere bravi ad inserirci con le mezz'ali e gli attaccanti esterni".

Le potenzialità: "Secondo me la strada per noi è lunga, la squadra ha potenziale per migliorare ed essere forte. Se non riesci a vincere questo tipo di partite, anzi ci è andata bene, a me viene da ridere quando sento che siamo la seconda/terza squadra. Se riuscissimo a migliorare certe cose potremmo arrivare lontano".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE



News correlate

Torna su