Atalanta, ora è crisi vera: Gasperini rischia, pronto Donadoni

I bergamaschi non sanno più vincere e dopo l'eliminazione al terzo turno preliminare dell'Europa League ora si ritrovano a lottare per la salvezza

L'Atalanta non sa più vincere e l'ennesima sconfitta subita ieri, in casa, contro la Sampdoria la pone in una posizione di classifica molto complicata, al quartultimo posto a 6 punti, a ridosso della zona retrocessione, con l'Empoli terzultimo ad un solo punto di distanza. La squadra di Gasperini era partita anche bene con il successo ottenuto in casa contro il Frosinone per 4-0 e con il pareggio in casa della Roma per 3-3. L'eliminazione al terzo turno preliminare di Europa League contro il Copenhagen, però, sembra aver dato il via ad una crisi senza fine. Da allora, infatti, i bergamaschi hanno ottenuto solo altri due pareggi, contro Milan e Torino, a fronte di ben quattro sconfitte. Anche la posizione dello stesso Gasperini, ora sembra essere a rischio e un nuovo passo falso potrebbe costare caro.

ATALANTA IN CRISI, GASPERINI A RISCHIO

L'Atalanta rischia grosso visto che l'unica vittoria è arrivata nella prima giornata di campionato contro il Frosinone. La posizione del tecnico, Giampiero Gasperini, potrebbe essere a serio rischio, soprattutto con un nuovo passo falso nel prossimo match. Ora ci sarà la sosta per le Nazionali, ma domenica 21 ottobre la squadra nerazzurra sarà di scena al Bentegodi di Verona per affrontare il Chievo Verona, altra squadra in grande crisi di risultati e in fondo alla classifica a -1 vista la penalizzazione di 3 punti inflitti ai clivensi. Cominciano a circolare già i primi nomi per il dopo Gasperini, e in pole position sembra esserci l'ex allenatore del Bologna, Roberto Donadoni, che sulla panchina rossoblu ha sempre fatto bene ma che ha dovuto dire addio a fine stagione visti i dissidi con la piazza. La dirigenza dell'Atalanta, al momento, sembra avere ancora fiducia in Gasperini ma i tre punti con il Chievo saranno un obbligo altrimenti le cose potrebbero cambiare radicalmente.

GASPERINI E L'OBIETTIVO SALVEZZA

Nonostante investimenti importanti come l'acquisto di Duvan Zapata e l'arrivo di Pasalic dal Chelsea, il tecnico dell'Atalanta, Giampiero Gasperini, al termine del match contro la Sampdoria ha parlato di obiettivo salvezza, anche alla luce dei risultati conseguiti in questa prima parte della stagione:

"Abbiamo avuto anche un pizzico di sfortuna. Veder vincere gli avversari facendo così poco dà fastidio, però è una cosa che si ripete e quindi è un problema. Abbiamo avuto tante opportunità, dobbiamo alzare un po' l'intensità del tiro e la velocità di esecuzione. Abbiamo costruito molto di più degli avversari e non abbiamo raccolto niente. Adesso abbiamo chiarito l'obiettivo, ovvero fare punti velocemente per salvarsi. In ogni partita dobbiamo fare punti, perché facciamo ottime prestazioni perdendo. Non dobbiamo perdere la fiducia nel nostro gioco e sfruttare meglio chi entra. Ai ragazzi oggi non posso dire che hanno fatto una brutta partita. Eravamo più tosti in passato, è questa la differenza".

TI PIACE SCOMMETTERE SUL CALCIO? USA WILLIAM HILL E PRENDI IL BONUS INIZIALE



News correlate

Torna su