Genoa-Torino si scalda, le parole di un ex: ecco cosa ha detto

Si infiamma la sfida tra Genoa e Torino: ecco le parole di un granata riguardo il match di domenica al Ferraris

Genoa-Torino si scalda, le parole di un ex: ecco cosa ha detto

Una partita fondamentale, una partita che può significare molto. Il Genoa deve assolutamente vincere per poter evitare di rimanere nella lotta retrocessione.

Questa sfida si ripropone a distanza di anni e anche un ex granata non si tira indietro. Ecco le sue parole prima di Genoa-Torino.

Rolando Bianchi, ex attaccante granata, dice la sua riguardo la partita che mandò in serie B i granata. "Giocarono alla morte? Giusto così, anche se formalmente non avevano più nulla in bilico, da giocarsi. Difatti domenica dovrà essere il Toro a fare la stessa cosa: andare a Marassi e giocare esattamente così, alla morte.

Per vendetta? No. Per giustizia. Perché dare il massimo è un dovere innanzi tutto morale. Sempre. E a maggior ragione se la partita è molto importante", sono queste le parole di Bianchi a Tuttosport.

L’ex attaccante vuole che il suo Toro giochi fino alla fine e omaggi questo campionato, senza porsi nessun problema sul lasciare o meno punti preziosi. 

Il passato granata di Bianchi – L’attaccante, attualmente alla Pro Vercelli, segnò in quel famoso Torino-Genoa. Sono state cinque le stagioni passate in maglia granata, dal 2008 al 2013: sono 169 le presenze in maglia granata, con 71 goal all’attivo. Durante l’estate il passaggio a Bologna, per poi tornare a Bergamo e infine accasarsi alla Pro Vercelli nell’ultima stagione.

Dove vedere gli eventi sportivi in diretta streaming

DIRETTA STREAMING - Un sito consigliato per guardare lo sport (calcio, basket, tennis e molti altri sport) in live streaming è Bet365.

Scopri il palinsesto adesso delle partite di oggi e degli eventi sportivi in diretta

DA PC CLICCA QUI (registrazione gratuita)

DA MOBILE CLICCA QUI (registrazione gratuita)


 Vuoi scrivere per Sportnotizie24 e ricevere un compenso? Ecco Come fare !

Le più lette

Torna su