Nel match d'esordio del gruppo "Becker" l'elvetico e il teutonico non falliscono regolando rispettivamente in 2 e 3 set l'americano e il croato

Parte col piede giusto Roger Federer nel Masters di fine stagione, le Atp Finals 2017, ultimo atto della stagione tennistica in corso alla O2 Arena di Londra.

Dopo la vittoria nel torneo di casa in quel Basilea e il forfait all'ultimo 1000 stagionale di Parigi-Bercy, l'uomo più atteso insieme a Rafa Nadal non fallisce il primo appuntamento delle attesissime finali della capitale inglese, regolando al termine di 1 ora e 34 minuti di gioco l'americano Jack Sock (numero 9 Atp) con il risultato di 6-4, 7-6(4).

Nella grande atmosfera di festa, luci e tanta musica in quel North Greenwich il maestro parte forte con una serie di rovesci lungolinea che colgono impreparato Sock, il quale è costretto a cedere subito il proprio turno di battuta nel 1° game del primo set. Break a freddo che si rivelerà decisivo per l'economia del parziale, anche perché Federer è perfetto al servizio e non concede nulla all'avversario che cerca vanamente di rintuzzare al break iniziale con i suoi colpi di dritto. Il primo dei due set sfila via in appena 36 minuti, mentre nel parziale successivo la gara è sicuramente più combattuta.

Lo statunitense prende le misure all'elvetico e questa volta riesce a dimostrare grande solidità al servizio (soltanto 1 punto su 12 perso). Il primo sussulto del numero 2 del mondo arriva sul 3-3, con Federer che si guadagna due palle break senza riuscire a concretizzarle. Lo stesso accadrà poco dopo all'ottavo game, il più lungo della gara trascinatosi ai vantaggi con Sock che riesce a mantenersi in partita graziato anche dal rovescio poco incisivo del campione svizzero. Sul 5-4 Federer serve per restare nel set e non sbaglia, con la gara che sfila via al tie-break nonostante l'ennesima palla break non sfruttata da Roger all'11° game. Qui i due non intendono mollare la presa, ma a prendere il largo è proprio l'elvetico grazie a un doppio fallo sanguinoso di Sock che gli consente di chiudere i giochi al primo match point.

"Il primo match di qualsiasi torneo non è mai semplice, bisogna trovare il giusto ritmo e tempo sulla palla - il commento di King Roger a caldo -. Ho cercato di concentrarmi sul servizio. Il secondo set è stato piuttosto equilibrato ma mi ha dato una mano Jack con qualche errore gratuito e doppio fallo. Sono contento di essere tornato a giocare alla O2 Arena dopo aver saltato l'edizione dell'anno scorso". 

ZVEREV SI IMPONE DI FORZA SU CILIC - Nel secondo match in programma nel serale c'era grande attesa per l'esordio di Alexander Zverev, vittorioso su Marin Cilic in tre set 6-4, 3-6, 6-4 al termine di 2 ore e 6 minuti di gioco. Una grande prova quella del 20enne teutonico capace di reagire nei momenti più importanti del match e a risollevarsi nell'ultimo parziale decisivo. La gara si mette subito in discesa per Sascha, che come Federer nel match del pomeriggio ottiene il break nel gioco d'apertura senza che Cilic riesca a controbattere se non con una palla break prontamente annullata al 4° game. Nel secondo set questa volta è la torre croata a strappare il servizio all'avversario nel primo gioco di risposta pareggiando i conti poco dopo con il tedesco. Nel terzo e ultimo set il numero 4 del mondo prende in pugno la gara grazie agli errori di Zverev, che dopo un momento di sfogo sulla racchetta riesce a riportarsi sul 3-3 adoperando il break per poi ripetersi nel 10° game, quello decisivo dove il croato serviva (malamente) per rimanere in partita.

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Noi di Sportnotizie24 consigliamo Bet365! Hai un altro bookmaker? Cambia adesso e fai una prova REGISTRATI ADESSO (il gioco è vietato ai minori di anni 18). Puoi guardare anche gli eventi sportivi in live streaming

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



 Vuoi scrivere per Sportnotizie24? Ecco come entrare a far parte del nostro team - clicca qui