William Hill IT Italiano

Nick Kyrgios continua a far parlare di sé: ecco tutte le “follie” più clamorose dell'australiano

Il tennista australiano nel corso della sua carriera si è reso protagonista di diversi episodi piuttosto controversi

Nick Kyrgios continua a far parlare di sé: ecco tutte le “follie” più clamorose dell'australiano

Nick Kyrgios non è di certo un tennista ed una persona banale: più volte nel corso della sua carriera, il 22enne australiano ha fatto parlare di sé per essersi reso protagonista di episodi piuttosto controversi. Al momento Kyrgios occupa la 21esima posizione della classifica ATP e si sta continuando ad allenare in vista dello Slam di casa, vale a dire gli Australian Open.  Fin qui nulla di strano, se non fosse che Nick sta svolgendo la preparazione da solo, senza l’aiuto di un allenatore.

NICK SOLO CONTRO TUTTI – Nick Kyrgios dunque non ha ancora trovato un allenatore che riesca a soddisfarlo e per questo ha deciso di continuare ad allenarsi da solo, spiegando i motivi della sua scelta: “Negli ultimi tre anni ho fatto quasi tutto da solo e sono arrivato al mio best ranking: n°13 al mondo. Quando lavori con qualcuno, è difficile sapere se lo sta facendo solo per guadagnare dei soldi o perché ha a cuore i tuoi interessi. Io non sto cercando qualcuno di gran nome, ma un allenatore del quale fidarmi e che voglia il meglio per me. Finora non ho ancora incontrato qualcuno che risponda a questi requisiti e non credo di essere pronto per un allenatore a tempo pieno".  

LE TANTE “FOLLIE” DI KYRGIOS – Finora il tennista australiano ha mostrato a tutti di possedere uno straordinario talento, ma al tempo stesso ha palesato anche dei limiti caratteriali piuttosto evidenti che spesso hanno rappresentato un vero e proprio limite per l’ex numero 13 del mondo. Andando indietro con la memoria, per citare solo alcuni dei tanti episodi che lo hanno visto protagonista, non si può non ricordare quello che lo vide coinvolto al secondo turno della Rogers Cup contro Stan Wawrinka. Dopo aver perso il primo set, Kyrgios – nel corso di un suo turno di battuta – perde il controllo e rivolge questa frase al tennista svizzero: “Kokkinakis è andato a letto con la tua ragazza, mi dispiace dirtelo”. La ragazza in questione è la Vekic, fidanzata di Wawrinka ed ex di Kokkinakis, compagno di doppio di Kyrgios con la Nazionale australiana. I microfoni piazzati a bordo campo registrano tutto e Nick riceve una multa di 25.000 dollari dall’ATP che lo squalifica per 28 giorni con la condizionale.

LA FARSA DI SHANGHAI 2016 - Dodici mesi fa, dopo aver vinto il torneo di Tokyo, Kyrgios si presenta al penultimo Masters 1000 e al secondo turno si trova a dover affrontare Mischa Zverev. Fin dai primi scambi però ci si rende conto che Nick quella partita non ha nessuna intenzione di giocarla seriamente: Kyrgios infatti spara ogni punto che si trova a giocare, andando a tutto braccio, senza alcun tipo di controllo e precisione. La netta sensazione è che il tennista australiano non veda l’ora di fare la doccia e di terminare quel match nel minor tempo possibile.   Il pubblico non può fare a meno di notare il comportamento di Nick, lo fischia, lui si innervosisce e riceve il warning dal giudice di sedia. Alla fine Kyrgios riesce nel suo intento e dopo soli 49 minuti, conclude una partita farsa. Dopo qualche ora, resosi conto del comportamento folle messo in campo, si scusa su Twitter, ma l’ATP non fa sconti: 8 settimane di squalifica per comportamento antisportivo e 25.000 dollari di multa, con l’australiano che dice addio alle Atp Finals per le quali era ancora in corsa.

L’ULTIMA FOLLIA SEMPRE IN CINA – Nella carrellata di episodi piuttosto singolari che hanno visto Kyrgios, l’ultimo in ordine cronologico risale a Shanghai 2017. Dopo aver disputato un ottimo torneo a Pechino, dove viene sconfitto in finale da Rafael Nadal, Kyrgios si ripresenta a Shanghai e al primo turno si trova ad affrontare Steve Johnson. Una palla chiamata fuori dal giudice di linea scatena l’ira dell’australiano che si vede comminare un warning per aver lanciato via una pallina. Il warning però non basta a placare le proteste di Kyrgios che continua a sbraitare, arrivando addirittura a ricevere un penalty point. Il finale di partita però ha dell’incredibile, con Johnson che vince il primo set al tie-break e l’australiano che si avvicina alla rete, stringe la mano all’avversario e si ritira senza apparenti problemi di natura fisica.

UN VIDEO DEI TANTI COLPI AD EFFETTO DI KYRGIOS

SPORTNOTIZIE24 CONSIGLIA...

Ti piace scommettere sul calcio e sullo sport in generale? Sportnotizie24 consiglia Bet365 che offre anche più di 100.000 eventi in live streaming all'anno, quindi puoi scommettere mentre guardi l'evento e mentre l'azione si svolge (il gioco è vietato ai minori di anni 18 - Gioca responsabilmente). Ogni evento sul sito web di bet365 che ha l'icona Play o Video accanto ad esso è programmato per essere mostrato tramite Live Streaming. REGISTRATI ADESSO SU BET365

Palinsesto delle partite di calcio e degli eventi sportivi di oggi in streaming

DA PC CLICCA QUI                       

DA MOBILE CLICCA QUI



News correlate

Torna su