Fed Cup: l’Italia prova l’impresa contro la Spagna

La Nazionale italiana, guidata dal capitano Tathiana Garbin, sarà chiamata ad un impegno complicato con la compagine spagnola

Fed Cup: l’Italia prova l’impresa contro la Spagna

La scorsa settimana l’Italia maschile ha battuto il Giappone, qualificandosi per i quarti di finale di Coppa Davis. A risultare decisivo è stato Fabio Fognini che ha regalato 2 dei 3 punti che sono serviti per accedere al turno successivo dove gli azzurri troveranno la Francia. La sfida contro i transalpini si disputerà tra il 6 e l’8 aprile, sulla terra rossa di Valletta di Cambiaso a Genova, con Fognini e compagni che dunque potranno contare sull’apporto del pubblico di casa. Archiviati, almeno per ora, gli impegni della nazionale maschile, ora tutta l’attenzione degli appassionati di tennis nostrano si spostano su quella femminile guidata da Tathiana Garbin che, contro la Spagna a Chieti, proverà invece ad ottenere la promozione al tabellone principale della Fed Cup.

Tra sabato e domenica infatti si svolgerà il primo turno del World Group II, con l’Italia che sarà chiamata a sfidare – sulla terra rossa indoor del PalaTricalle Sandro Leombroni di Chieti – la Spagna, con un obiettivo ben chiaro in mente: tornare nel World Group II. In caso di successo contro le Furie Rosse, l’Italia tornerebbe in campo il 21-22 aprile per provare a centrare la promozione, in caso contrario invece, la Errani e compagne dovrebbero provare ad evitare la retrocessione nel Gruppo II, imponendosi nei play-out.

La veterana Errari guida le giovani compagni

L’Italia dunque proverà a sovvertire il pronostico che vede la Spagna favorita per il passaggio del turno e per farlo, si affiderà a tre giovani ed ad una veterana: vale a dire Sara Errani. La romagnola conosce benissimo la Fed Cup ed anzi, l’ha giocata ad un livello ben superiore, avendola conquistata per ben tre volte con la maglia azzurra (nel 2009, 2010 e 2013). La Errani dunque proverà a trasmettere alle altre componenti della squadra quell’esperienza che certamente manca, ma anche la tranquillità di chi non ha nulla da perdere: giocare con la maglia della Nazionale, per di più in casa, può provocare forti emozioni. Le azzurre più giovani dunque, dovranno essere brave a gestire la tensione, scendendo in campo con il giusto piglio e la giusta determinazione.

Insieme a Sara infatti ci saranno tre giovanissime come Jasmine Paolini  (22 anni), la esordiente Deborah Chiesa (21 anni) e Elisabetta Cocciaretto (16 anni). La veterana del gruppo ha parlato alla vigilia della sfida contro le spagnole, sottolineando la difficoltà dell’impegno: “Si tratterà di una sfida davvero dura. Fra le nostre avversarie ci sarà Carla Suarez Navarro che solo due settimane fa ha raggiunto i quarti agli Australian Open. Inoltre la nazionale spagnola può contare su un ottimo doppio, con una specialista come la Martinez Sanchez. La nostra invece è una squadra giovane, che ha bisogno di crescere, ma sono sicura che ce la giocheremo”. Anche la giovanissima Cocciaretto ha svelato le sue emozioni, non nascondendo la felicità di far parte della spedizione azzurra: “Essere qui è una bellissima emozione, sono davvero felicissima di far parte di questa meravigliosa squadra. Personalmente credo di aver tutto da imparare nell’allenarmi con le mie compagne”. Infine sono arrivate le parole della capitana azzurra, Tathiana Garbin, che ha ribadito le difficoltà della sfida contro la Spagna, sottolineando però come l’Italia se la giocherà: “Quella contro le spagnole sarà una sfida davvero difficile, loro sono una nazionale molto competitiva, ma da parte nostra daremo il massimo. La maglia azzurra è un valore aggiunto e potrà sicuramente aiutarci: ci darà delle motivazioni speciali”.


RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright Sportnotizie24

Protected by Copyscape




News correlate

Torna su