Buon esordio di Andreas Seppi a Sofia: vince anche Giannessi a Quito

Nel torneo in Bulgaria non ce l'ha fatta Salvatore Caruso. Stessa sorte per Marco Cecchinato in Ecuador

Buon esordio di Andreas Seppi a Sofia: vince anche Giannessi a Quito

Esordio vincente per Andreas Seppi al "Garanti Koza Sofia Open", torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 501.345 euro in corso di svolgimento sul veloce indoor di Sofia, in Bulgaria. L'azzurro, reduce dalla trasferta giapponese di Coppa Davis, ha sconfitto al primo turno il russo Mikhail Youzhny per 6-3 6-4 andando anche contro la statistica che lo aveva visto perdere in cinque dei sei precedenti. Assente il detentore del titolo ed idolo di casa, il bulgaro Grigor Dimitrov, la prima testa di serie è lo svizzero Stan Wawrinka che ha bisogno di recuperare punti e condizione dopo un avvio di anndata non al meglio. Secondo favorito del seeding è invece il francese Adrian Mannarino.

DOPPIO BREAK AZZURRO
A Seppi sono bastati due breaK: nel sesto gioco del primo set e nel primo game della seconda frazione per portare a casa il match. Seppi ha altresì concesso due palle break nel primo parziale, quando ha servito per il set ma è stato bravo ad annullarle, ed un'altra nel quarto game della seconda frazione recuperando anche in questa occasione. Al secondo turno Seppi dovrà vedersela con Gilles Muller, accreditato della testa di serie numero tre: l'altoatesino è in vantaggio per 4-3 nel bilancio dei precedenti, tutti piuttosto combattuti, ma il 34enne lussemburghese si è imposto nelle ultime tre sfide.

NULLA DA FARE PER CARUSO
Nulla da fare, invece, per il siciliano Salvatore Caruso. Il 25enne di Avola, numero 185 del mondo e ripescato in tabellone come lucky loser grazie al forfait del kazako Mikhail Kukushkin, ha ceduto in due set, per 7-6(4) 6-3, in poco meno di un'ora e tre quarti di gioco, al cipriota Marcos Baghdatis, numero 123 ATP. Nel primo set Caruso non ha sfruttato un break di vantaggio (3-1), mentre nella seconda frazione ha ceduto due volte il servizio, al terzo ed al nono gioco.

QUITO IN CHIARO-SCURO
Con il successo di Alessandro Giannessi diventano invece tre (gli altri sono Stefano Travaglia e Paolo Lorenzi) i tennisti italiani al secondo turno dell’"Ecuador Open", altro torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 501.345 dollari in corso di svolgimento sui campi in terra rossa di Quito, ad oltre 2500 metri sul livello del mare. Il 27enne di La Spezia, numero 159 della classifica mondiale, ripescato come lucky loser, ha sconfitto all'esordio nel tabellone principale il canadese Peter Polansky, numero 141 ATP con il punteggio di 6-3 6-4. Al secondo turno il tennista ligure dovrà vedersela con il brasiliano Thiago Monteiro, numero 118 della classifica. Nulla da fare, invece, per Marco Cecchinato: il 25enne palermitano, oggi numero 99 ATP, nella prosecuzione del match contro l'austriaco Gerald Melzer interrotto quasi subito martedì dalla pioggia, è stato battuto per 6-4 6-2 dal giocatore che lo prcede di una posizione in classifica.



RIPRODUZIONE RISERVATA Copyright Sportnotizie24

Protected by Copyscape




News correlate

Torna su