William Hill IT Italiano

Atp Rio: vittoria e polemiche per Fognini, l’azzurro vola ai quarti

Fognini salva un match point e batte in tre set Sandgren. A far discutere però sono le frasi rivolte all’arbitro

Non è stato di certo un Fabio Fognini in grande spolvero quello che stanotte si è qualificato per i quarti di finale del torneo di Rio: al secondo turno infatti, il tennista ligure ha battuto in tre set lo statunitense Tennys Sandgren, numero 60 del ranking mondiale, soffrendo fino alla fine.
Per avere la meglio sul suo avversario, l’azzurro infatti ha dovuto vincere una vera e propria battaglia di 2 ore e 17 minuti, imponendosi alla fine con il punteggio di 4-6, 6-4, 7-6 (6).
La vittoria contro il tennista nativo di Gallatin, nel Tennessee, è stata piuttosto sofferta: Sandgren – arrivato a sorpresa ai quarti di finale degli ultimi Australian Open – ha giocato una partita gagliarda, costringendo addirittura Fognini a salvare un match-point nel tie-break decisivo, quando il punteggio era di 6-5 per il tennista americano. Dopo il pericolo scampato, Fognini ha chiuso il match con una perla di rara bellezza: una smorzata di rovescio giocata dall’angolo sinistro del campo che muore poco dopo il net, non lasciando scampo al numero 60 del mondo.

Il litigio con l’arbitro e il remake contro Bedene

Dunque Fognini riesce a battere Sandgren e a qualificarsi per i quarti di finale di Rio, ma a far discutere nel post-partita sono alcune frasi rivolte da Fognini all’arbitro Bernardes: siamo nel settimo gioco del terzo set e dopo un ace esterno messo a segno dal tennista americano, il numero 21 del mondo sbotta nei confronti del giudice di linea, scandendo queste parole: “Ma dove ti hanno preso? Ti giuro su mio figlio che è l’ultima volta che stai con me in campo. Altro che Nadal”. Il riferimento al tennista maiorchino è dovuto ad un battibecco avvenuto in passato tra lo stesso numero due del mondo e Bernardes.
Fortunatamente poi, Fognini è riuscito a recuperare la calma e, pur tra molte difficoltà, si è aggiudicato il match, approdando ai quarti di finale che giocherà questa notte contro Aljaz Bedene.
Il tennista sloveno, numero 43 del mondo, è reduce dalla finale persa a Buenos Aires contro Dominic Thiem) e a Rio è stato capace di eliminare il numero 11 del mondo e terza testa di serie del torneo, Pablo Carreno Busta.
Nei sette precedenti tra Fognini e Bedene, il tennista ligure ha sempre conquistato la vittoria, l’ultima volta proprio a Rio de Janeiro due anni fa. In generale quello di stanotte sarà il terzo confronto tra i due in Brasile: anche nel 2014 infatti, Fognini aveva battuto Bedene. La speranza dunque è che anche questa volta valga la regola del “Non c’è due senza tre”.

Fognini sbaglia, e la racchetta vola...



News correlate

Torna su