William Hill IT Italiano

Brasil Open, Fognini trionfa su Jarry in finale: vittoria dedicata ad Astori

Sulla terra rossa brasiliana il sanremese supera soffrendo il cileno 6-1, 1-6, 4-6: primo titolo del 2018 e dedica al difensore viola defunto

Si chiude nel migliore dei modi la tournée brasiliana di Fabio Fognini. Nella finalissima del Brasil Open 2018, torneo 250 in programma sulla terra rossa di San Paolo (al coperto), il tennista italiano ha conquistato il suo sesto titolo in carriera, trionfando sul cileno Nicolas Jarry in un ultimo atto davvero piacevole e in bilico fino alle battute finali: 1-6, 6-1, 6-4 il risultato al termine di poco più di un'ora e mezza di gioco.

Dopo aver eliminato in semifinale il vincitore delle ultime tre edizioni, Pablo Cuevas, il 30enne di Arma di Taggia trova un'altra grandissima soddisfazione personale dopo Gstaad 2017 e si appresta a diventare numero 19 del mondo nel Ranking di lunedì prossimo. La dedica è tutta per Davide Astori, difensore della Fiorentina scomparso precocemente nella giornata odierna. "Sono contento. Finalmente - ha confessato Fogna nel post gara -. Non è stata una partita facile perché lui aveva voglia di fare bella figura nella sua prima finale.Per lo sport italiano è un giorno triste: anche se non lo conoscevo, dedico questo trofeo a Davide Astori”.

PRIMO SET DI SOFFERENZA

Nel primo set il sanremese parte inaspettatamente contratto, forse un po' frenato dall'importante posta in palio nella finalissima di San Paolo. Il dritto del cileno si fa sentire e Fognini cede il primo break della gara al secondo game senza a riuscire a portare a casa un punto. Sul clamoroso parziale di 13-0 il 30enne di Arma di Taggia riesce a sbloccarsi portando a casa il primo gioco del match, anche se non riuscendo a trovare profondità nei suoi colpi l'italiano finisce per cedere un nuovo break che porta Jarry sul 5-1. Al servizio quest'ultimo non fallisce e si porta a casa un set meritatissimo.

FOGNINI ORCHESTRA LA RIMONTA 

Nel secondo parziale però si vede un Fognini più sciolto, deciso di lasciarsi alle spalle un primo set giocato malamente. Dopo una palla break annullata grazie a un errore gratuito dell'avversario Fognini riesce a sfilare il primo servizio all'avversario, che nel terzo game ha la possibilità del controbreak ma si vede annullate ben quattro palle break portandosi sullo 0-3. Episodio che rilancia definitivamente Fognini che trova un ulteriore break al sesto gioco anche grazie a dei fenomenali colpo di dritto.

A parità di set ristabilita Fognini parte fortissimo all'alba del terzo e ultimo parziale, trovando subito un break che però Jarry riesce a restituire anche grazie alle imprecisioni dell'italiano al servizio. 2-2 ed equilibrio che continua sino al 7° gioco, quando Fogna sale in cattedra con dei colpi potentissimi che riescono a scalfire la difesa del cileno costretto a cedere il turno di battuta e permettere a Fognini di andare sul 5-3 subito dopo. Break che si rivelerà fondamentale, perché il sanremese serve per il match e non sbaglia conquistando il suo sesto titolo ATP in carriera dopo Gstaad 2017

Firenze piange Astori, il saluto dei tifosi (VIDEO)

Ultime notizie Tennis

  • 24 maggio 2018
  • 21 maggio 2018
  • 20 maggio 2018
  • 19 maggio 2018
show


News correlate

Torna su