ATP Miami, il tabellone principale: Fognini e Fabbiano in zona Federer

I due italiani in gara nel secondo Masters 1000 stagionale sono stati inseriti nella parte alta insieme all'elvetico: strada in salita dopo il 1° turno

È ormai tutto pronto per il secondo Masters 1000 della stagione in programma in Florida. Dopo il sorprendente epilogo di Indian Wells, con Juan Martin Del Potro vincente nel torneo californiano ai danni del detentore del titolo e favorito numero uno Roger Federer, lo sport della racchetta si sposta nell'East Coast americana, dove è in programma il Miami Open 2018. Il Crandon Park Tennis Center di Key Biscayne sarà la cornice di nuove grandissime sfide in questo avvio di stagione assai movimentato, sia in campo femminile che maschile. E dopo l'annuncio del tabellone femminile, è stata sciolta ogni riserva anche per quanto concerne il main-draw maschile.

MAIN-DRAW MIAMI, FOGNINI E FABBIANO IN ZONA FEDERER

Lasciarsi alle spalle l'inaspettato k.o nella finalissima del BNP Paribas Open è ripartire: è questo l'obiettivo dell'immortale campione di Basilea, Roger Federer, che dopo aver ceduto alla Torre di Tandil punta a mantenere l'egemonia in quel di Miami dopo la stupenda vittoria del 2017 ai danni del rivale di sempre, Rafa Nadal. Il tabellone principale ha donato a King Roger un avvio "soft" grazie ad un bye che gli permetterà di saltare il primo turno e vedersela con uno tra Garcia-Lopez e Sandgren al secondo turno. Dal terzo turno in poi però strada via via in salita per l'elvetico, che virtualmente incrocerebbe gli ostici Verdasco e Carreno-Busta, quest'ultimo agli ottavi. Quarto che potrebbe riservare invece la sfida con il sudafricano Kevin Anderson.

Nel secondo quarto di tabellone spazio Fabio Fognini e Thomas Fabbiano, i due rappresentanti dell'Italia nel 1000 di Miami. Azzurri in zona Federer dunque, anche se ci sarà parecchio da sudare per arrivare il più lontano possibile. Bye anche per il 30enne di Arma di Taggia, mentre il 28enne di Grottaglie se la vedrà con Basilashvili al debutto. Per Fogna la possibilità di incontrare l'australiano Kyrgios ai sedicesimi, con uno dei due che, in caso di passaggio del turno, potrebbe vedersela con Alex Zverev.

IL TABELLONE PRINCIPALE COMPLETO

Nella parte bassa del main-draw gli occhi sono puntati inevitabilmente sul fresco vincitore di Indian Wells Del Potro. L'argentino è chiamato a un tour de force non indifferente nel tentativo di ripetere le gesta del torneo di California. Dalle sue parti infatti ci sono i vari Nishikori e Djokovic, che, anche se non al meglio della forma, potrebbero dare gran filo da torcere a Palito; possibile incrocio devastante con Dimitrov invece ai quarti di finale. Nell'ultimo spicchio di tabellone ci sarà la testa di serie n.2 Marin Cilic, che dovrà vedersela con avversari di tutto rispetto come il talento Next Gen Rublev e i bombardieri Muller e/o Isner. Di seguito ecco il tabellone principale completo:

(1) Federer Bye
Q – Q
Garcia Lopez – Sandgren
(31) Verdasco Bye

(18) Mannarino Bye
Johnson – Estrella Burgos
Istomin – Kecmanovic
(16) Carreno Busta Bye

(10) Berdych Bye
Q – Nishioka
Kicker – Tiafoe
(21) Edmund Bye

(32)Khachanov Bye
Copil – Kukushkin
Fabbiano – Basilashvili
(8)Anderson Bye

(4)A.Zverev Bye
Tsitsipas-Medvedev
Donskoy-Bedene
(28) Ferrer Bye

(17)Kyrgios Bye
Lajovic – Zeballos
Khun – Q
(15)Fognini Bye

(11)Querrey Bye
Q – Albot
Shapovalov – Troicki
(24)Dzumhur Bye

(29)Coric Bye
L.Mayer – Young
Q – Q
(8)Sock Bye

(5)Del Potro Bye
Sugita – Haase
Q – Goyowczyk
(26) Nishikori Bye

(22)Krajinovic Bye
Q – Q
M.Zverev – Paire
(9)Djokovic Bye

(13)Schwartzman Bye
Delbonis – Jarry
Ymer – Struff
(20)Raonic Bye

(30)Gasquet Bye
Chardy – Q
Fucsovics – Marterer
(3)Dimitrov Bye

(7) Goffin Bye
Harrison – Sousa
Donaldson – Baghdatis
(25)F.Lopez Bye

(19)Chung Bye
Ebden – Simon
Eubanks – Q
(12)Bautista Agut Bye

(14)Isner Bye
Vesely – Lacko
Pella – Youzhny
(23)Muller Bye

(27)Rublev Bye
Karlovic – Pospisil
Herbert – Fritz
(2)Cilic Bye

Federer: "I 100 titoli? Ci proverò ma..." (VIDEO)

Il campione di Basilea parla della tutt'altro che complicata impresa di raggiungere quota 100 titoli in carriera.



News correlate

Torna su