Clamoroso a Miami, Federer è out all'esordio! Fognini sul velluto

All'esordio nel 2° Masters stagionale in Florida Re Roger si arrende alla freschezza di Kokkinakis in tre set: l'azzurro si sbarazza di Kuhn

Doveva essere una giornata semplice, come le altre, per dimenticare la sconfitta in finale a Indian Wells contro Juan Martin Del Potro e provare a mantenere il titolo conquistato nella passata stagione nel secondo Masters 1000 in programma a Miami e con un montepremi di quasi 8 milioni. Sul cemento del Tennis Center di Crandon Park però si materializza l'inaspettato: Roger Federer è clamorosamente eliminato all'esordio in Florida dall'australiano Thanasi Kokkinakis, capace di imporsi con una grande rimonta 3-6, 6-3, 7-6(4) al termine di 2 ore e 24 minuti di tennis ad altissimo livello. Sconfitta che pesa come un macigno per l'elvetico, che non riuscirà dunque a difendere il primato nel ranking e cederà lo scettro a Rafa Nadal il prossimo 2 aprile.

CLAMOROSO A MIAMI, FEDERER OUT AL DEBUTTO

All'esordio a Miami l'elvetico parte subito forte in un primo set giocato a viso aperto da entrami i tennisti, soprattutto da Kokkinakis, che con ben poco da perdere affronta il n.1 del mondo provando a deliziare il centrale con i suoi colpi. Che però risultano poco efficaci nel corso del 4° game: Federer è bravo ad allungare ai vantaggi e convertire a suo favore la seconda palla break concessa dall'australiano e volare dunque sul 4-1 pochi minuti dopo. Vantaggio che gli permetterà di chiudere in appena 39' il primo set.

Nel secondo parziale però è proprio il giovane Kokkinakis a prendere via via terreno, ripetendo, proprio come Federer nel primo set, un game fotocopia strappando il servizio all'avversario e volando 4-1 grazie anche a una splendida prima di servizio e degli ace che si rivelano acqua nel deserto per l'australiano. Dall'altra parte il campione di Basilea è poco brillante, si incarta su se stesso concedendo spesso e volentieri gratuiti all'avversario che ne approfitta per restituire il 6-3 della prima frazione. Nel terzo e ultimo set l'equilibrio regna sovrano sino al 6° game, quando Federer accelera e per poco non riesce a strappare il servizio all'avversario. Dopo aver annullato due palle break l'australiano trascina un Roger visibilmente spossato al tie-break, dove quest'ultimo riesce a fatica a rispondere alle sassate da fondo campo di Kokkinakis finendo sorprendentemente per cedere 7-4 con una serie di errori certamente non da Federer.

FOGNINI SI SBARAZZA DI KUHN

Sugli altri campi arriva finalmente una notizia positiva per l'Italia dopo le precoci eliminazioni delle azzurre e di Thomas Fabbiano. Fabio Fognini non fallisce all'esordio contro il giovane Nicola Kuhn, regolando con il minimo sindacale  il tennista spagnolo in due set: 6-2, 6-4 al termine di un'ora e otto minuti di gara. Adesso, ai sedicesimi, Fogna se la vedrà con il vincente della sfida tra Nick Kyrgios e Dusan Lajovic. Di seguito tutti i risultati di giornata.

4] A. Zverev b. D. Medvedev 6-4 1-6 7-6(5)
[29] B. Coric b. L. Mayer 6-7(5) 6-3 6-4
D. Shapovalov b. [24] D. Dzumhur 6-1 7-5
[28] D. Ferrer b. E. Donskoy 6-2 6-2
F. Tiafoe b. [21] K. Edmund 7-6(4) 4-6 7-6(5)
[32] K. Khachanov b. M. Copil 7-5 6-3
[10] T. Berdych b. [PR] Y. Nishioka 6-1 6-4
[31] F. Verdasco b. G. Garcia-Lopez 4-6 6-0 6-2
[11] S. Querrey b. R. Albot 7-6(4) 6-1
[Q] T. Kokkinakis b. [1] R. Federer 3-6 6-3 7-6(4)
[16] P. Carreno Busta vs D. Istomin
[15] F. Fognini b. [WC] N. Kuhn 6-2 6-4
[6] K. Anderson vs N. Basilashvili
[18] A. Mannarino vs S. Johnson
[8] J. Sock vs [Q] Y. Bhambri

A Miami si rivede la Radwanska, Halep ko in tre set (VIDEO)

Grande affermazione della Radwanska ai danni della numero uno al mondo, la rumena Simona Halep che saluta così Miami.



News correlate

Torna su