Miami Open, Isner trionfa su Zverev: la Florida si tinge di stelle e strisce

Con una grande rimonta il bombardiere americano trionfa 7-6(4), 4-6, 4-6 su Sascha regalando un 1000 che mancava dal 2010 all'America

Anche il secondo Masters 1000 della stagione è giunto al termine. John Isner conquista, forse un po' a sorpresa (ma meritatamente), la finale del Miami Open 2018, imponendosi con una grandissima rimonta sul talentuoso Alexander Zverev in tre set in cui l'equilibrio ha fatto da padrone: 7-6(4), 4-6, 4-6 il risultato finale al termine di 2 ore e 32 minuti di gara sul centrale del Tennis Center di Key Biscayne, Florida. Un torneo disputato ad alti livelli da parte del gigante americano, che, sulle orme della leggenda Andy Roddick, regala all'America e a se stesso per la prima volta, (come Stephens nel femminile) un 1000 che da ben otto anni non prendeva tinte a stelle e strisce.

ZVEREV AVANTI NEL PRIMO SET

Il primo set sul centrale di Crandon Park è subito combattuto tra i due atleti, con Isner che dopo aver mantenuto agevolmente il servizio in apertura mette il turbo nel corso del 2° game procurandosi ben tre palle break che Zverev annullerà magistralmente. L'unica sbavatura del bombardiere americano arriva nel corso del quinto game, ma grazie al potente servizio Isner sventa il possibile break del teutonico ai vantaggi. Anche Sascha rischierà qualcosa subito dopo, ma il set è destinato a chiudersi al tiebreak. Qui, con una serie di errori grossolani (tra cui un raro doppio fallo), il gigante di Greensboro concede a Zverev dei gratuiti sanguinosi che mandano in vantaggio il Next Gen.

ISNER CONQUISTA MIAMI IN RIMONTA 

Finale di set mal gestito dallo statunitense, che però riusce a rifarsi alla grande nel secondo parziale. Il match prosegue liscio senza sbavature sino al nono gioco, quando Isner approfitta di un passaggio a vuoto di Zverev per mettere a segno il primo break della gara e volare 5-4. Alla battuta però Isner faticherà parecchio prima di avere ragione sul tedesco al termine di un game che manderà in delirio l'intero Tennis Center.

1-1 e terzo e ultimo set che si profila tiratissimo. Isner continua a martellare da fondo campo salendo spesso e volentieri a rete, mentre Zverev non riesce a sfondare le difese dell'avversario da fondo campo, anzi. È proprio il tedesco ad accusare il colpo in diverse occasioni. Come al 5° game, quando da 0-40 al servizio riesce a risollevarsi da una situazione alquanto intricata annullando ben 4 palle break. Sul 4-4 e con il tiebreak dietro l'angolo Isner accelera con il diritto e trova nuovamente il break decisivo, che gli consente di andare a servire per il match e chiudere in scioltezza al primo match point restituendo all'America un Masters 1000 che mancava dal 2010.

Miami - Male Ostapenko, titolo alla Stephens (VIDEO)

Le azioni salienti della finale femminile di Miami conquistata dall'americana Sloane Stephens.



News correlate

Torna su