Masters Madrid 2018, clamoroso Thiem: l'austriaco fa secco Nadal nei quarti

Nei quarti di finale del Masters 1000 di Madrid, l'austriaco Dominic Thiem compie l'impresa e batte il numero uno Rafa Nadal

E alla fine Rafael Nadal ha dovuto alzare bandiera bianca. Il formidabile numero uno del mondo, dopo 50 set consecutivamente vinti sulla terra rossa, ha dovuto cedere in due set a Dominic Thiem. L'austriaco si è imposto col punteggio di 7-5, 6-3 nei quarti di finale del Masters 1000 di Madrid. Una striscia positiva interrotta proprio da chi era riuscito per l'ultima volta a soffiare dei set a Nadal sulla superficie preferita.

Giusto 12 mesi fa, Nadal perdeva nei quarti di finale degli Internazionali d'Italia a Roma contro Thiem col punteggio di 6-4, 6-3. Da lì in poi per Nadal solo set vinti: serie inziata al Roland Garros 2017 (7 partite vinte per 19 set più il secondo set del quarto di finale vinto contro Pablo Carreno Busta che si ritirò sotto 6-2 2-0) ed è proseguita quest'anno con i 2 match di Coppa Davis contro la Germania (6 set), con le 5 partite vinte a Monte Carlo (10 set), le 5 a Barcellona (10 set) e le 2 a Madrid (4 set).

THIEM SUPERLATIVO CONTRO NADAL

Ma contro il Thiem visto oggi a Madrid, per Nadal c'è stato poco da fare. L'austriaco ha dominato in lungo e largo da fondo campo, mettendo spesso e volentieri nell'angolo Rafa Nadal, sia col dritto che col rovescio. E dire che Thiem nella conferenza stampa pre match contro lo spagnolo aveva dichiarato: "Giocare contro Rafa sulla terra, è la più grande sfida tennistica che puoi trovarti ad affrontare in questo momento. È molto, molto dura. Andrò in campo per vincere, anche se adesso non è molto realistico pensarlo… per come sta giocando lui e per come sto giocando io. Ma ogni caso ci proverò. La partita che ho vinto lo scorso anno contro di lui a Roma, è stata una delle migliori della mia carriera. Se voglio batterlo, dovrò fare lo stesso. Dovrò giocare uno dei migliori match della mia vita, essere aggressivo, commettere pochi errori. Lo scorso anno era diverso, adesso non sembra molto realistico. Ma tutto può succedere, ci proverò ovviamente."

Una partita che Thiem ha meritato di vincere alla fine e che è durata quasi due ore di gioco, grazie al grande spirito di volontà dello spagnolo. Ma ogni volta che questo ha provato a salire, l'austriaco l'ha ricacciato indietro, andando sempre avanto di un break. Adesso in semifinale per Thiem ci sarà da affrontare il sudafricano Kevin Anderson, che prima aveva sconfitto in tre set il serbo Lajovic.

Madrid, Masha fuori ai quarti con la Bertens



News correlate

Torna su